newtest - newtest
last updated on: 10/12/14 05:12PM
   Arona, multe agli automobilisti che schizzano d'acqua i pedoni [16/04/18 04:10PM]   
Rate this post  
E' una norma curiosa, quella appena inserita nel regolamento di polizia comunale di Arona, sulla sponda piemontese del Lago Maggiore. Eppure - c'è da giurarci - è una di quelle regole che cambierà la vita dei cittadini: il Comune in provincia di Novara, infatti, multerà tutti quegli automobilisti che nelle giornate di pioggia schizzeranno con l'acqua delle pozzanghere gli ignari passanti.A chi non è mai capitato, infatti, di passeggiare sul marciapiede o anche solo di attendere semplicemente che il semaforo diventi verde, quando un'auto passa troppo vicino e lo inonda completamente d'acqua perlopiù sudicia e gelata' Certamente si tratta di un'esperienza tanto comune quanto sgradevole.Ebbene da oggi nella ridente località sulle rive del lago i vigili urbani potranno - anzi, dovranno - sanzionare i guidatori che non faranno abbastanza attenzione. Una multa sarà infatti comminata a chiunque" in presenza di pozzanghere, fanghiglia o neve fradicia sulle strade non abbia tenuto nella guida un comportamento tale da evitare in qualunque modo di bagnare o infangare sia persone in fase di attraversamento stradale, sia in transito o in sosta sui marciapiedi". L'articolo 8 del regolamento approvato nelle scorse settimane prevede infatti multe da 50 a 300 euro per chi infanghi o inzaccheri i passanti appiedati.La misura, chiarisce La Stampa, si inserisce nel piano voluto dal sindaco Alberto Gusmeroli per abbattere la velocità media delle auto in città a 30/40 chilometri orari. "Stiamo spingendo in questa direzione - dice il sindaco Alberto Gusmeroli - con la creazione di dossi e rotonde sulle vie principali. Sono lo strumento per rendere le strade più sicure per tutti".

>>


   Trackbacks

      TRACKBACK URL: http://test4.blogghy.com/trackback/1923818

   Comments

   Post a comment
Name:


Email:


3 + 1 = ?

Please write above the sum of these two integers

Title:


Comments:





Powered by Blogghy

Page generated in 0.3253 seconds.